Cerca

9 maggio: De Corato, anche Calabresi era servitore dello Stato

Politica

Milano, 9 mag. - (Adnkronos) - ''Giusto ricordare tutti coloro che sono stati vittime del terrorismo per avere difeso la legalita'. Ma tra questi servitori dello Stato c'e' anche il commissario Luigi Calabresi. Che non merita l'infamia di un targa che ogni giorno lo accusa falsamente di essere l'assassino di Pinelli. Perche' la Procura non interviene?". Lo afferma il vicesindaco e assessore alla Sicurezza di Milano Riccardo De Corato, che e' candidato al Consiglio Comunale di Milano come secondo capolista per il Popolo della Liberta'.

"E Pisapia - prosegue De Corato - che cita l'allora giudice istruttore Gerardo d'Ambrosio il quale ha avuto parole di verita' sulla vicenda, dimentica pero' di nominare i suoi amici dei centri sociali e il supporter elettorale Daniele Farina, capo del Leoncavallo, che ha sempre spalleggiato gli anarchici che hanno ricollocato nel 2006 la targa abusiva e periodicamente imbrattano quella del Comune che e' l'unica che rappresenta la verita' processuale. Un'ambiguita' che dice tutto sulla reale intenzione di mettere definitivamente una pietra sopra a quel vergognoso capitolo''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog