Cerca

Immigrati: Lampedusa, dalla gioia del salvataggio a tragedia cadaveri ritrovati/ Adnkronos (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Tra i soccorritori a Cala Francese c'era anche Domenico Graffeo, lampedusano doc che si occupa della sicurezza all'aeroporto dell'isola. Oggi e' venuto sulla scogliera dove sono stati recuperati i tre cadaveri. "Ero felice di avere partecipato a salvare tante vite, ma oggi vedendo quei tre cadaveri e' come se avessi fallito la mia missione". C'era anche lui ad aiutare poliziotti, finanzieri e Guardia costiera a formare una catena umana e salvare gli oltre 500 profughi sul barcone incagliato sugli scogli.

Domenico ne porta ancora i segni. Ha una vasta escoriazione sulla mano sinistra che e' fasciata, a causa di una caduta sugli scogli appuntiti. Domenico dopo avere saputo del ritrovamento dei 3 cadaveri rimasti incastrati sotto il barcone e' venuto di corsa a Cala francese e davanti a quei corpi senza vita recuperati dai sommozzatori si fa il segno della Croce.

"Quella notte ero qui - racconta adesso - avevo appena finito il mio turno e stavo andando a casa quando sono venuto al porto commerciale per assistere allo sbarco che era stato annunciato poche ore prima. Ho pensato che una mano poteva essere utile. Poi, all'improvviso, intorno alle 4 del mattino abbiamo tutti sentito delle urla provenire in lontananza. Ci siamo precipitati sulla scogliera per capire da dove arrivassero quelle urla e cosi' abbiamo visto quell'imbarcazione schiacciata sugli scogli. Io mi sono subito messo a disposizione per aiutare i poliziotti, i finanzieri e quelli della Guardia costiera a partecipare alla catena umana". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog