Cerca

Carceri: Marino su nuova morte Opg Aversa, stillicidio raggelante

Cronaca

Roma, 10 mag. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - "Stiamo assistendo a uno stillicidio raggelante. E' il quarto internato morto in cinque mesi, in un luogo che dovrebbe essere un ospedale ma rimane purtroppo soltanto un carcere dove centinaia di esseri umani vengono stipati e dimenticati". Cosi' Ignazio Marino, presidente della Commissione d'inchiesta sul Servizio sanitario nazionale, sulla morte di un altro internato, un uomo di trent'anni, nell'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa.

"Ad Aversa e' successo di tutto - spiega Marino - abbiamo trovato un solo medico che poteva garantire appena un'ora di assistenza psichiatrica al mese. Il peggio del peggio: gli internati entrano in un luogo dove dovrebbero essere curati senza pero' avere accesso alle cure".

A questo "si sommano il degrado e le condizioni di vita incompatibili con il piu' elementare rispetto della dignita' umana. Come chiamare altrimenti le bottiglie d'acqua infilate nel tubo del bagno alla turca per rinfrescarle, data l'assenza di frigoriferi? Oppure il fatto che gli operatori, fino ai primi sopralluoghi della Commissione, non avessero uno spogliatoio dove cambiarsi e fossero costretti a farlo in uno spazio improvvisato sotto una scala che non garantiva la loro privacy?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog