Cerca

Carceri: 'Stop Opg', morto per soffocamento giovane internato ad Aversa

Cronaca

Roma, 10 mag. (Adnkronos) - ''Ieri nell'Opg di Aversa si e' consumata l'ennesima tragedia. Un giovane quasi trentenne e' morto per soffocamento''. E' quanto si legge in una nota del comitato 'Stop Opg', per l'abolizione degli ospedali psichiatrici giudiziari. ''Si aggiorna cosi' -spiega la nota- il triste bollettino del 2011, che registra ben 4 decessi in poco piu' di 4 mesi, tre dei quali per suicidio. Un dramma immerso in un silenzio disarmante''.

''Fatti come questo -sottolinea il comitato 'Stop Opg'- per il contesto in cui avvengono e per le gravi ombre che gettano sulle istituzioni, non possono essere letti come tragiche fatalita': gli Opg sono luoghi di morte, di sofferenza e di privazioni, e non e' piu' possibile rinviare interventi risolutivi. Il comitato StopOpg, nato da un folto cartello di associazioni e sindacati che operano nei settori della salute mentale e penitenziario, chiede semplicemente di applicare la legge e provvedere all'immediata chiusura di tutti i 6 Opg italiani''.

''Ma non basta: lo Stato italiano -si legge ancora nella nota del comitato- ha dimostrato tutta la sua inerzia, le istituzioni la loro inadeguatezza. Basti pensare che da quando con un apposito Dpcm e' stata stabilita la chiusura delle strutture, il numero degli internati e' inspiegabilmente lievitato, passando da meno di 1.300 internati del 2007 agli oltre 1.400 di oggi. Si assumano iniziative straordinarie, senza escludere la nomina di commissari ad acta che, a partire da Aversa, attraverso la definizione di una vera e propria road map, indichino tempi certi per la chiusura, dando solide garanzie sul reinserimento e il sostegno agli internati nel loro percorso di recupero''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog