Cerca

Golf: parte la seconda edizione del Mugello Tuscany Open

Sport

Firenze, 10 mag. - (Adnkronos) - L'offerta golfistica della Toscana, negli ultimi anni, e' in forte crescita. Oggi si contano 11 campi a 18 buche, 10 campi a 9 buche e 14 fra campi pratica e promozionali. Un movimento in sviluppo, ma ancora s iamo lontani dai numeri registrati in tanti altri paesi. In Svezia i praticanti sono circa ad esempio ben l'8 per cento della popolazione. Insomma il golf puo' diventare un prodotto turistico-sportivo di grande prospettiva. Soprattutto in riferimento appunto ad aree, come quella scandinava e di lingua tedesca, nelle quali vi e' una consolidata tradizione a visitare e organizzare viaggi all'estero (le cosiddette ''green week'') per giocare e conoscere i territori circostanti.

Non deve sorprendere dunque la presenza sul verde del Golf Club di Una Poggio dei Medici di Scarperia (Firenze), per il secondo anno consecutivo, del Mugello Tuscany Open, prima gara del circuito Pilsener Urquell Pro Tour, inserita nel calendario dell'European Challenge Tour.

''La necessita' di rispondere ad una domanda qualitativamente alta di turismo e sport trova una risposta pu ntuale in manifestazioni come questa nel Mugello che sosteniamo con convinzione - ha sostenuto l'assessore regionale al turismo Cristina Scaletti nel corso della conferenza stampa che ha presentato l'evento stamani nella sede di Toscana Promozione a a Firenze, a Villa Fabbricotti - Si riesce infatti a porre l'attenzione a zone fuori dai canoni usuali di fruizione dei flussi turistici piu' tradizionali nella nostra regione; eppure ricche di fascino naturale e di tradizioni tipiche. E accanto si valorizza l'impegno messo nel dotarle di impianti sportivi che non solo non entrano in conflitto con l'ambiente; anzi, si innestano in un patrimonio di cura e costruzione del paesaggio tipica della nostra terra''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog