Cerca

Danza: Jewels di Balanchine dal 12 maggio alla Scala

Spettacolo

Milano, 10 mag. - (Adnkronos) - Per la prima volta il Balletto della Scala rappresentera' nella sua interezza il trittico balanchiniano di cui si compone 'Jewels: Smeraldi, Rubini e Diamant. Dodici recite, dal 12 al 26 maggio, vedranno in scena il corpo di Ballo e stelle della danza, a partire da Roberto Bolle che pero' non potra' essere in scena nelle recite del 12, 14 e 15 maggio. Sara' Guillaume Co'te', principal del National Ballet of Canada, ad anticipare il suo debutto scaligero in questo ruolo.

''Dopo un periodo di riposo forzato per un'infiammazione alla fascia plantare che si e' fatta viva durante le recite di Gala des E'toiles - commenta Roberto Bolle - ho ripreso a partecipare alla lezione e agli allenamenti giornalieri, ma i medici mi sconsigliano di sottopormi ancora per una settimana a grandi sforzi. Mi vedo cosi costretto a rinunciare a 'Jewels', un appuntamento cui tenevo tantissimo, l'ultimo di una stagione scaligera ricca e piena di debutti e soddisfazioni. Sono molto dispiaciuto."

Presentato a New York nel 1967, Jewels e' una lunga coreografia in tre atti senza spunti narrativi e legata da un solo tema: le pietre preziose. Balanchine fu ispirato dall'arte del disegnatore di gioielli Claude Arpels e scelse una musica che rivelasse l'essenza di ciascun gioiello (Faure' per gli 'Smeraldi', Stravinskij per i 'Rubini', ?ajkovskij per i 'Diamanti'). Ogni sezione di Jewels e' differente per musica e atmosfera. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog