Cerca

Rogo Primavalle: Zingaretti, fu colpa dell'odio di quegli anni

Cronaca

Roma, 10 mag. - (Adnkronos) - "Umanamente uomo: il sogno", e' il nome della mostra in ricordo del rogo di Primavalle, dove rimasero uccisi Virgilio e Stefano Mattei, di 22 e 10 anni. Il fuoco venne appiccato da alcuni aderenti all'organizzazione extraparlamentare di estrema sinistra 'Potere Operaio'. Mario Mattei, il padre era l'obiettivo, allora segretario della sezione Giarabub del Movimento Sociale Italiano.

La mostra e' composta da un percorso fotografico digitale che fornisce alle immagini profondita' e movimento dando quasi l'impressione del 3D, tra oggetti, giocattoli e giornali di allora, raccolti da Gianpaolo Mattei, presidente dell'associazione Fratelli Mattei, e ultimo dei 6 figli, che la sera del 16 aprile 1973, venne portato in salvo dalla madre, aveva 3 anni.

"Non possiamo cambiare la storia. Pero' e' importante conoscere quanto e' accaduto, vedere fino a che punto puo' arrivare l'odio, cosi' da poter imparare'', dichiara il presidente della provincia Nicola Zigaretti, dopo aver visitato la mostra. "Dobbiamo essere grati a questa associazione - conclude Zingaretti - perche' e' importante informare i giovani della loro storia e fargli capire che e' bellissimo avere delle idee in cui credere, senza dimenticare che la bestia dell'odio vive ancora, anche se il clima di oggi e' molto diverso da quello di quegli anni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog