Cerca

Amministrative: urne piu' vicine e cresce incertezza su vittorie a primo turno/Adnkronos (2)

Politica

(Adnkronos) - A tenere testa al sindaco c'e' Pisapia, candidato messo in campo da Sel e vincitore delle primarie del centrosinistra, appoggiato tra gli altri da Verdi, Idv e la sinistra. Considerato ad inizio campagna elettorale come un miraggio, secondo gli ultimi dati resi pubblici Pisapia vedrebbe adesso alla sua portata il ballottaggio. Gia' un risultato a suo modo storico a Milano. In quest'ottica, un ruolo chiave assumono Palmeri a Calise, cui vengono accreditate percentuali determinanti per la vittoria di uno tra Moratti e Pisapia.

A Torino tutti i pronostici danno vincente Piero Fassino. Ma anche sotto la Mole i sondaggi, almeno limitatamente al primo turno, potrebbero essere smentiti. E sarebbe clamoroso per il 'peso', massimo, del candidato del centrosinistra e per la storia della citta' amministrata da Sergio Chiamparino. Contro Fassino, appoggiato da Sel, Idv, Verdi e altre liste, il centrodestra schiera Michele Coppola. Anche in questo caso, quindi, assumono una posizione determinante il candidato del Terzo polo, Alberto Musy, e Vittorio Bertola, candidato del Movimento 5 stelle.

A Bologna e' un 'tutti contro Merola', Virginio, strafavorito. A contendersi un eventuale ballottaggio con il candidato di Pd, Sel, sinistra e Idv, ex assessore all'Urbanistica della giunta Cofferati, sono Stefano Aldovrandi, del Terzo Polo, e quello che si presenta come la novita' sotto le Torri: Manes Bernardini, leghista appoggiato dal Pdl. Merola, arrivato alla candidatura dopo la rinuncia per motivi di salute di 'mister preferenze' Maurizio Cevenini, ha alle spalle i numeri del Pd bolognese. Gli avversari lo hanno bersagliato per la sua ingenuita' calcistica (clamorose le sue gaffes sul Bologna) e per il fatto essere nato in Campania. Ma da qui a strappargli il successo alle urne e' lunga. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog