Cerca

Pedofilia: Bologna, 4 arresti della Polizia Postale (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Il suo arresto e' stato possibile grazie a Wind con il quale aveva un account di posta elettronica. Il provider ha intercettato una mail con immagini pedoporno e ha subito segnalato la circostanza alla polizia postale di Udine che poi l'ha girata ai colleghi emiliano-romagnoli. Gli agenti hanno spulciato oltre 1.200 mail dell'uomo tutte a contenuto pedopornografico. Sul suo pc i giovani venivano catalogati per eta', etnia e paese.

Un operaio metalmeccanico incensurato di 38 anni, che viveva con gli anziani genitori nel Ferrarese, prediligeva invece solo foto scabrose in cui venivano ritratte vittime in tenerissima eta'. Sul suo computer sono stati trovati file per oltre 1.000 gigabyte. L'uomo scaricava il materiale da due provider specializzati con sede in Lussemburgo.

Durante un'indagine la polizia di quel Paese ha trovato il suo contatto e l'ha girato ai colleghi italiani che lo hanno arrestato. Ora e' a piede libero. Infine, ai domiciliari e' finito un disoccupato modenese di 29 anni. L'uomo deve rispondere anche di produzione di materiale pedoporno. Contattava le sue vittime, ragazzine tra i 14 e i 17 anni, sui social network e poi le incontrava filmandole. E' stato incastrato dalla ex convivente. La donna si e' ripresa il suo computer usato dall'uomo e ha trovato i file denunciando il fatto a un amico ispettore della Postale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog