Cerca

Criminalita': estorsione a imprenditore, arrestato nel barese fratello boss ucciso (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Nella circostanza i malviventi, sotto la minaccia di una pistola puntata alla tempia, riuscirono a strappargli la promessa di un compenso da 200mila euro in cambio della sua vita, dettandogli le istruzioni per la consegna del denaro. Prima di lasciarlo andare, inoltre, s'impossessarono del suo telefonino, che fu poi gettato in aperta campagna.

Dopo l'accaduto, l'imprenditore, impaurito, piuttosto che denunciare i fatti, si rivolse ad un noto malavitoso della citta', cioe' Bartolomeo Dambrosio, tramite un proprio conoscente, nella speranza di ottenere un aiuto.

Alcuni giorni piu' tardi, l'imprenditore ebbe un incontro con Dambrosio e con uno stretto collaboratore di quest'ultimo, Colonna, i quali, sebbene avessero riferito di conoscere gli esecutori delle minacce, non poterono, a loro dire, far altro che ridimensionare le pretese dei sequestratori, scendendo da 200 mila euro a 100 mila, da consegnare immediatamente. Cio' nonostante, la vittima riusci' a dilazionare il pagamento, versando comunque complessivamente 150 mila euro, tra 'riscatto' e 'regali' ai due intermediari, in seguito divenuti tre. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog