Cerca

Carlà e le altre, dalle passerelle della moda al grande schermo

Spettacolo

Roma, 10 mag. - (Adnkronos) - Domani 'Midnight in Paris' di Woody Allen aprirà il Festival di Cannes ed avrà un'illuminazione mediatica enorme anche grazie al fatto che il cast stellare composto da Owen Wilson, Kathy Bates, Adrien Brody, Marion Cotillard, Rachel McAdams vanta anche una partecipazione straordinaria 'presidenziale': quella di Carla Bruni. Al momento, però, è confermata la presenza sulla Croisette del regista (che arriverà a Cannes direttamente domani) e di tutto il cast ma non quella della premiere dame, sulla cui possibile maternità continuano a rincorrersi voci. Insomma l'ex top model che ha calcato migliaia di volte le passerelle dei più famosi stilisti internazionali rinuncerà al tapis rouge di Cannes.

Carlà, all'anagrafe Carla Gilberta Bruni Tedeschi (sorella fra l'altro della bravissima attrice Valeria Bruni Tedeschi), è al suo primo film per il cinema ma è solo l'ultima di una lunghissima schiera di top model ed ex top model prestate o passate al grande schermo, di cui fanno parte anche Monica Bellucci e Caterina Murino.

Ad aprire le 'danze' fu proprio la prima top model della storia, la russa Vera von Lehndorff, in arte Verushka, oggi quasi 72enne, che nelle sue molteplici attività artistiche non ha mancato di studiare recitazione a New York con Lee Strasberg per poi apparire in alcuni film, tra cui 'Blow Up' (1966) di Michelangelo Antonioni e 'Cattivi pensieri' (1976) di Ugo Tognazzi. (segue)

Prima di lei un'altra grande attrice partì dalle passerelle per conquistare la Mecca del cinema: la francese Capucine, pseudonimo di Germaine Lefebvre. Nata nel 1928 e diventata indossatrice richiestissima da celebri stilisti come Christian Dior e Pierre Balmain, nel 1957, mentre lavorava come modella per la famosa casa di moda Givenchy a Parigi, fu notata dal regista Charles K. Feldman e le venne proposto di trasferirsi a Hollywood, dove seguì un corso di recitazione con il maestro Gregory Ratoff.

Nel 1958 firmò un contratto con la Columbia e nel 1960 apparve come protagonista nel dramma "Estasi" accanto a Dirk Bogarde e nella commedia d'avventura "Pugni, pupe e pepite", al fianco di John Wayne e Stewart Granger. Da allora apparve in moltissime pellicole di successo e sul set si fidanzò per un paio d'anni con William Holden. Nel 1962 si trasferì a Losanna, in Svizzera, continuando ad apparire in svariati film europei, fra i quali il "Satyricon" di Fellini (1969).

Afflitta dalla depressione, nel 1990 si tolse la vita gettandosi dall'ottavo piano del suo condominio di residenza. In passato aveva già tentato il suicidio svariate volte e, in più di un'occasione, era stata salvata dalla sua grande amica Audrey Hepburn.

E come dimenticare la mitica Twiggy Lawson, all'anagrafe Lesley Hornby (Londra, 19 settembre 1949), prima supermodella e poi attrice e cantante inglese. Considerata il volto della Swinging London degli anni sessanta, ottenne il soprannome di "Twiggy" ("legnetto") per la sua figura magra da adolescente.

Divenne famosa a 17 anni, quando Mary Quant decise di affidare alla sua immagine il lancio della minigonna. Ben presto allargò i suoi orizzonti con il cinema recitando nel film 'Il boyfriend' diretto da Ken Russell nel 1971. Da allora ha recitato diversi ruoli sia sul palco che davanti alla cinepresa.

Diverso il percorso di Isabella Rossellini, che esordì prima in tv a 19 anni e poi a 28 come modella, grazie alle fotografie di Bruce Weber per l'edizione inglese di Vogue e di Bill King per l'edizione americana. Nel corso della sua carriera ha collaborato con molti famosi fotografi, tra cui Richard Avedon, Steven Meisel, Helmut Newton, Peter Lindbergh, Norman Parkinson, Herb Ritts, Francesco Scavullo, Annie Leibovitz e Robert Mapplethorpe ma anche recitato con grandissimi registi come David Lynch, Robert Zemeckis, Joel Schumacher e Peter Weir, solo per citarne alcuni.

La lista, come detto, è lunga e comprende Milla Jovovich, Cindy Crawford, Andie MacDowell, Elle Macpherson, Eva Herzigova, Naomi Campbell e Claudia Schiffer. Tra i casi italiani più eclatanti e recenti spiccano senz'altro quelli di Monica Bellucci, di Caterina Murino e più recentemente della promettente Elisa Sednaoui.

La Bellucci aveva iniziato a lavorare come modella per pagarsi gli studi presso la facoltà di giurisprudenza dell'Università degli Studi di Perugia, che tuttavia ha poi abbandonato per dedicarsi completamente alla passerella. La sua carriera cinematografica inizia nei primi anni novanta.

Dopo il debutto in 'Vita coi figli' (1990) di Dino Risi, nel 1992 è già sul set con Francis Ford Coppola per 'Dracula di Bram Stoker', nel ruolo di una delle tre concubine del conte Dracula. Da allora la sua ascesa hollywoodiana non ha avuto soste e a settembre la vedremo al Mostra del cinema di Venezia nel nuovo film di Philippe Garell 'Un été brûlant', in cui recita accanto al bellissimo film del regista Louis.

Per Caterina Murino, che si è fatta conoscere partecipando a Miss Italia ed ha poi sfilato per un'agenzia londinese e partecipato a diverse produzioni televisive italiane, la svolta è arrivata nel 2006 quando è stata scelta come Bond girl nel film Agente 007 - Casino Royale. E' il titolo della svolta, che le permette di affiancare il suo nome ad attori del calibro di Eva Green, Daniel Craig e Giancarlo Giannini. Da allora ha girato diverse pellicole internazionali ed è stata protagonista nel 2008 de 'Il seme della discordia' di Pappi Corsicato, dove ha recitato insieme ad Alessandro Gassman, Isabella Ferrari e Martina Stella.

Dulcis in fundo, Elisa Sednaoui: la modella 23enne ha debuttato nel 2008 sulle passerelle newyorkesi di Dolce & Gabbana per poi diventare testimonial nello stesso anno di Love Moschino e sfilare per i maggiori stilisti italiani e internazionali, tanto da essere scelta come una delle modelle del Calendario Pirelli e da essere nominato ad aprile di quest'anno dal sito web vogue.it 'rising star' (stella emergente).

Ma il vero obiettivo di Elisa è recitare al cinema. Detto, fatto. Dal 2 maggio infatti è in Sardegna sul set del film 'La Leggenda di Kaspar Hauser' di Davide Manuli, al fianco di attori del calibro di Vincent Gallo, Fabrizio Gifuni e Claudia Gerini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog