Cerca

Camorra: don Manganiello, Saviano? Per leggere certi territori bisogna viverci

Cronaca

Roma, 10 mag. -?(Adnkronos) - "Ritengo che per dare una lettura giusta di un territorio e per capire le cause di certi fenomeni e di certi comportamenti bisogna starci vicino e viverci dentro". Riferendosi allo scrittore Roberto Saviano, lo ha affermato don Aniello Manganiello, sacerdote impegnato nella periferia napoletana contro i clan della camorra, intervistato dal vicedirettore del Tg1 Gennaro Sangiuliano in occasione dell'uscita del suo nuovo libro in cui il prete ha scritto: "non so se Saviano sia mai passato qualche volta per Scampia certamente non ha abitato nemmeno un giorno in questo territorio".

Secondo il sacerdote, c'e' l'anticamorra "che si esprime attraverso convegni, denunce, cortei, i libri, la televisione e i giornali e c'e' un'anti-camorra delle opere". "Bisogna non solo denunciare ma anche essere coscienza critica e spina nel fianco delle istituzioni", ha concluso don Manganiello.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog