Cerca

Enna: rapina ultraottantenne, incastrato da cappellino e dna

Cronaca

Palermo, 11 mag. - (Adnkronos) - E' stato incastrato da un cappellino da baseball e dal Dna Giuseppe Cocuzza, il 21enne pluripregiudicato arrestato a Leonforte (Enna) dalla polizia con l'accusa di rapina pluriaggravata in concorso. La vicenda risale al 12 ottobre scorso, quando il giovane, insieme ad altri due complici, fece irruzione nell'abitazione di una donna ultraottantenne e, dopo averla immobilizzata e malmenata, si impossesso' di poche decine di euro e di alcuni oggetti in oro.

Uno dei banditi, pero', nella fuga smarri' il cappellino, trovato dagli agenti e probabilmente usato per nascondere il volto. Nei giorni scorsi Cocuzza, che era tra i sospettati, e' stato convocato negli uffici del commissariato dove, con uno stratagemma, i poliziotti sono riusciti a prelevare il suo dna.

Il campione, insieme alle tracce rilevate sul cappellino, e' stato inviato al Laboratorio di chimica del gabinetto regionale di Polizia scientifica di Palermo, dove le analisi hanno dato esito positivo. Per il giovane sono cosi' scattate le manette e si sono spalancate le porte del carcere di Nicosia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog