Cerca

Violenza su donne: Pangea, al via microcredito per vittime abusi in Italia

Cronaca

Roma, 11 mag. - (Adnkronos) - Una piccola somma di denaro per aiutare le donne vittime di violenza a ricostruirsi una vita, per anticipare l'affitto della casa o per frequentare un corso di formazione. E' il progetto di microcredito sociale - rivolto a chi, in Italia, ha subito violenza - ideato dalla Fondazione Pangea Onlus, attiva dal 2002 nel campo del microcredito per lo sviluppo delle donne in diversi Paesi, come India e Afghanistan. L'iniziativa, prima del suo genere in Italia, e' stata presentata oggi a Roma. Destinatarie del progetto le ospiti di due centri antiviolenza a Latina e Caserta.

Sono oltre sei milioni e mezzo - secondo dati Istat - le donne, tra i 16 e i 70 anni, ad aver subito violenza nella loro vita. "Quando ci siamo chiesti chi poter aiutare qui in Italia, abbiamo subito pensato a loro, a quelle donne che vivono ai margini della societa'", spiega Simona Lanzoni, responsabile progetti della fondazione. "Il denaro contribuira' al loro reinserimento sociale, per far partire una nuova vita, fuori dal nucleo familiare di provenienza dove hanno subito soprusi", continua.

"Molte donne rientrano nella categoria dei non 'bancabili', quelle persone che non hanno accesso al credito e ai servizi finanziari. Noi seguiamo le donne, grazie a una rete di sostegno, in tutto il loro percorso per un buon esito dell'operazione", spiega Luca Lo Presti, presidente di Pangea. "Il tasso di interesse - precisa - e' di circa il 5% ed e' obbligatorio. Usiamo il nostro profitto per finanziare il fondo del microcredito. Per il momento partiremo con dieci prestiti", conclude Lo Presti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog