Cerca

Cinema: Veronesi, se Festival Cerase chiude mi metto a capo di una rivolta

Spettacolo

Palombara Sabina, 11 mag. - (Adnkronos) - Una rivolta per salvare il Festival Cinematografico delle Cerase. Il regista Giovanni Veronesia Palombara Sabina ha lanciato un appello a tutti gli operatori dello spettacolo per salvare la piccola sala che da ventisei anni distribuisce le ciliegie d'oro del cinema "Ci tengo a questo posto. E' passato tutto il cinema in queste sale. Se il Festival chiude io mi propongo capo di una rivolta. Ma da solo non basto. Se un posto cosi' muore - afferma Veronesi - muore un pezzo di cinema e di cultura italiana".

Sulla storica sala cinematografica di Palombara campeggia il cartello 'vendesi', schiacciata dalla crisi, dalle tasse e dai multiplex proliferati in questo spicchio di provincia alle porte della Capitale. "Questi posti vanno difesi. Io sono pronto a farlo economicamente e spero anche i miei colleghi che verranno. Non bastano solo le parole per salvare il Festival. Intanto, alle persone che fanno questo mestiere con successo non gli cambia la vita se danno un po' di soldi per salvare un pezzo della loro vita".

L'appello del regista di Prato e' stato pronunciato subito dopo aver scoperto che il Cinema Nuovo Teatro di Palombara Sabina e' costretto a chiudere i battenti. Il suo proprietario, Silvio Luttazi, non ha retto all'emozione incredulo per tanta solidarieta' e non ha nascosto gli occhi pieni di lacrime. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog