Cerca

Toscana: Rossi, per la Regione il lavoro e' una priorita'

Cronaca

Firenze, 11 mag. - (Adnkronos) - Il problema dell'occupazione in Toscana per il governo regionale ''dovra' diventare un'ossessione'', essere costantemente al centro dell'attenzione. Perche' le previsioni, sebbene si assista a segnali di ripresa nell'export toscano, sul fronte del lavoro ''sono preoccupanti, direi drammatiche''. Non usa giri di parole il presidente della Giunta regionale Enrico Rossi per illustrare il quadro economico della Toscana nei prossimi anni, nella comunicazione che ha tenuto questa mattina nell'aula del Consiglio regionale della Toscana sul Documento di programmazione economica e finanziaria 2012.

Rossi ha spiegato che nel 2010 una felice ripresa delle esportazioni toscane ha riportato i dati a livelli pre-crisi, e anche sul fronte del turismo le indicazioni sono simili, confermando una buona capacita' di tenuta della Regione. Nel 2010 l'Italia e' retrocessa di -0,7%, mentre la Toscana e' cresciuta del +2,7%. Ma il problema e' che la domanda interna e' depressa e lo rimarra' anche nei prossimi anni.

''I tagli del governo centrale - ha detto il presidente Rossi - interverranno negativamente sul Pil e sull'occupazione. Per la Toscana si stimano dai 30 mila ai 60 mila posti di lavoro in meno, che si andranno ad aggiungere agli attuali 100 mila disoccupati e alle migliaia di lavoratori in cassa integrazione. Mi auguro di sbagliarmi, ma lo scenario che si prospetta e' drammatico. Per questo la questione del lavoro deve essere al centro di tutti i nostri sforzi, e dobbiamo operare tutti insieme per trovare soluzioni''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog