Cerca

Sanita': Scaramuccia, 80 milioni a fondo regionale per non autosufficienza

Cronaca

Firenze, 11 mag. - (Adnkronos) - Richiesta di comunicazione da parte del gruppo consiliare del Pdl e ben tre interrogazioni su un unico tema: il fondo regionale per la non autosufficienza e la decisione di attingere 30 milioni di euro da questo stesso fondo, per coprire il deficit finanziario della Asl n. 1 di Massa. Cosa accadra' in futuro, il fondo sara' ricostituito? A quanto ammontera' l'assegnazione alle aziende Usl delle risorse per la copertura della parte sanitaria di un adeguato numero di quote aggiuntive per il 2011? E ancora: quale lo stato dell'arte dei progetti attuati attraverso il fondo? Perche' la Giunta ha attinto alle risorse destinate alla non autosufficienza per coprire il deficit dell'Asl 1 di Massa? Infine: quali i tempi della ricostituzione dei singoli capitoli e, soprattutto, la somma dedicata rimarra' pari a 80 milioni di euro, come da bilancio di previsione 2011?

Questi gli argomenti di tre interrogazioni - presentate dai gruppi consiliari Udc, Pdl e Fds-Verdi - per fare il punto sulla non autosufficienza, alla luce di recenti variazioni e storni di bilancio. ''La Regione Toscana ribadisce l'impegno, a tutti i livelli, per garantire i servizi ai cittadini non autosufficienti''. Parola dell'assessore alla Sanita' Daniela Scaramuccia, che oggi nell'aula del Consiglio regionale della Toscana ha risposto alla richiesta di comunicazione formulata dal gruppo Pdl e ai quesiti delle interrogazioni.

Da qui una premessa: ''il momentaneo storno di risorse, dai capitoli del fondo non autosufficienza, si e' reso necessario per riportare l'azienda Usl 1 di Massa in linea con le altre del Servizio sanitario regionale'', ma tale ''mero passaggio tecnico di natura contabile, per adempiere a scadenze ministeriali'', nulla toglie alla strategia politica della giunta. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog