Cerca

Scuola: Villa (Pdl), sinistra divisa sui quiz di valutazione voluti dal governo

Cronaca

Firenze, 11 mag. - (Adnkronos) - ''Un manipolo di barricaderi anti-Gelmini non fa primavera. Per lo meno a sinistra, visto che il Pd e l'intera sinistra sono clamorosamente diviso sulla validita' dei test Invalsi la cui somministrazione e' iniziata ieri anche in Toscana''. Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale del Pdl Tommaso Villa (componente Commissione Cultura e istruzione dell'Assemblea Toscana) commentando il successo della prima giornata dei quiz di valutazione ''fortemente voluti dal ministro per l'istruzione Maria Stella Gelmini e dall'intero governo''.

''Qui in Toscana - spiega Villa - Cobas e certa sinistra hanno dato vita, all'interno delle scuole, a una sorta di rivolta dei disobbedienti minacciando addirittura di non effettuare il test. Peccato per loro che intanto a loro sia giunta la bocciatura della senatrice del Pd Mariangela Bastico, la quale ha affermato senza mezzi termini di ''non condividere il boicottaggio delle prove''. Cio' ci solleva, perche' rafforza la nostra convinzione che i Cobas e certa sinistra non rappresentino tutta l'Italia ne' tutta la Toscana''.

''Del resto - prosegue l'esponente del Pdl - la scelta del ministero di verificare lo stato di formazione degli alunni non puo' che essere accolta positivamente da chi ha la coscienza a posto. Ovvio che poi il discorso sia differente per quanti concorrono alla formazione di quelle zone d'ombra che nel mondo della scuola esistono. Capisco che costoro non vorrebbero esser mai giudicati ne' promossi col famoso 6 politico. Eppure sono gli stessi che non volevano la reintroduzione del famoso 7 in condotta, gli stessi che non volevano neppure i voti espressi in numeri ma che preferivano trincerarsi dietro i vecchi giudizi tutti parole e poca onesta' valutativa. Insomma, ancora una volta quella scuola che vuole crescere nel segno di serieta', educazione e merito appare nettamente maggioritaria in Toscana e in tutta la penisola. Altra cosa sono gli 'asini', quelli che preferiscono nuotare nell'ignoranza piuttosto che ammettere la bonta' dell'intervento governativo. Non ci preoccupano: come fuochi di paglia, si spengono rapidamente e da soli''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog