Cerca

Ambiente: al via a Palermo servizio raccolta oli domestici esausti

Cronaca

Palermo, 11 mag. - (Adnkronos) - Partira' a breve a Palermo il servizio sperimentale di raccolta, trasporto e recupero di olio vegetale esausto di provenienza domestica. ''In genere gli oli di frittura delle nostre case finiscono negli scarichi dei lavandini e di li' nel sistema fognario, senza che ci facciamo caso - spiega Marianna Caronia, assessore all'Ambiente del Comune di Palermo -. L'aspetto che pero' sfugge a tutti noi consumatori e' che i residui presenti nell'olio che buttiamo via sono fortemente inquinanti e quindi devono essere filtrati nei depuratori comunali".

Per risolvere questo inconveniente, diminuire il costo di gestione dei depuratori comunali, salvaguardando insieme l'ambiente, riducendo l'inquinamento dei corsi d'acqua e della falda acquifera, basterebbe smaltire correttamente i nostro oli vegetali. "L'assessorato all'Ambiente e la Palermo Ambiente spa - prosegue Caronia - firmeranno con la Ecologica Italiana srl la convenzione per un progetto sperimentale che si concludera' a fine anno. L'azienda, iscritta al Consorzio Conoe (Consorzio nazionale di raccolta e trattamento oli e grassi vegetali ed animali esausti), distribuira' in citta' alcuni contenitori appositi, dove i cittadini potranno conferire i residui oleosi, e si occupera' del servizio di raccolta, trasporto, avvio al recupero di olio vegetale esausto".

E' previsto il ritiro domicilio a titolo gratuito per soggetti diversamente abili. Tutte le informazioni saranno disponibili presso un numero verde che la Ecologica Italiana mettera' a disposizione degli utenti. Il servizio sperimentale di raccolta degli oli esausti verra' presentato alla stampa venerdi' prossimo, alle 10.30, presso la sede di Palermo Ambiente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog