Cerca

Toscana: Consiglio regionale, dibattito su mozioni contro violenza politica (4)

Cronaca

(Adnkronos) - Nicola Nascosti (Pdl) si e' definito ''perplesso'', perche' ''la violenza o si condanna tutta, o no''. Il consigliere ha annunciato il voto favorevole sulla mozione dell'Idv per ''spirito di disciplina di gruppo'', visto che non si possono ''mettere sullo stesso piano episodi tanto diversi: da una parte c'e' un'aggressione e dall'altra si sono staccati i manifesti''.

Per Giovanni Donzelli (Pdl) ''la violenza e' sempre da condannare'' e quando risponde ad azioni politiche e' ''particolarmente spiacevole e vigliacca''. Ma l'episodio del 4 maggio e' stato altro: ''I ragazzi della Lega stavano lavorando, e la tutela della sicurezza sul posto di lavoro e' anche questo; qualcuno li ha aggrediti per la propria identita' politica e questo e' razzismo ideologico''.

A consumare l'aggressione, sempre secondo quanto affermato da Donzelli, ''sono quei bravi ragazzi che protestano contro la Gelmini; quei bravi ragazzi del Cpa (Centro popolare autogestito di Firenze, ndr): si conoscono nomi e cognomi, e sono nell'album di famiglia della Sinistra''. Quindi, rivolgendosi in particolare a Monica Sgherri, l'ha invitata ''a guardare la trave nel proprio occhio'': ''non c'e' compatibilita' tra la solidarieta' alla Lega e la solidarieta' a chi aggredisce quelli della Lega''. Nelle dichiarazioni di voto, il consigliere Donzelli ha aggiunto ulteriori considerazioni: ''E' necessario che le istituzioni prendano le distanze da certi atti e da chi li compie'' ha aggiunto. Quindi ha spiegato di aver verificato, nel 2005, a chi era intestato l'abbonamento telefonico del Cpa di Firenze: ''All'allora consigliere comunale Sgherri''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog