Cerca

Eaton: Ferri, Nascosti e Amorese (Pdl) su passo avanti Regione Toscana

Economia

Firenze, 11 mag. - (Adnkronos) - ''Bene il passo avanti della Regione sull'acquisizione degli stabilimenti della ex Eaton di Massa, ma a che punto e' invece la ricognizione per individuare nuove imprese disposte ad aprire in quell'area assorbendo i 300 lavoratori ex Eaton?'' Se lo domandano i consiglieri regionali del Pdl toscano Jacopo Ferri e Nicola Nascosti (vicepresidente della Commissione regionale sviluppo economico) insieme al capogruppo del Pdl al Comune di Massa Corrado Amorese all'indomani della notizia dell'affidamento da parte della Regione a Fidi Toscana del mandato a verificare la fattibilita' dell'acquisto dell'area.

''Si tratta del primo passo ufficiale per acquisire l'area - commentano i tre esponenti del Pdl - e come tale lo accogliamo positivamente, anche se non possiamo non osservare con soddisfazione l'accelerazione impressa a questa vicenda dalla storica visita effettuata negli stabilimenti vuoti lunedi' scorso dal ministro per le infrastrutture Altero Matteoli, convinto sostenitore che un corretto approccio istituzionale delle istituzioni a questa importante vicenda favorira' la soluzione del problema''.

Anche percio', in quella circostanza il ministro ha assunto impegni precisi, volti soprattutto a salvaguardare la forza lavoro andata perduta con la chiusura della multinazionale statunitense: 300 unita' tra cui 90 quarantenni per i quali a fine anno scadra' la mobilita'. ''Oltre ad essersi impegnato nella velocizzazione dell'erogazione dei dieci milioni di euro dell'accordo di programma - ricordano Ferri, Nascosti e Amorese - Matteoli ha promesso un interessamento presso il ministro del lavoro Maurizio Sacconi per tentare di reperire fondi aggiuntivi per prorogare la mobilita' soprattutto per i dipendenti over 40, a garanzia dell'interesse bipartisan che l'intera vicenda Eaton riscuote''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog