Cerca

Amministrative: Mons. Crepaldi, cristiani non votino partiti contrari Chiesa su etica

Politica

Roma, 11 mag. - (Adnkronos) - "La Chiesa ha sempre insegnato che non e' lecito al cristiano appoggiare partiti che 'su questioni etiche fondamentali hanno espresso posizioni contrarie all'insegnamento morale e sociale della Chiesa' (Nota della Congregazione della Dottrina della Fede del 2002). Questo sia per un dovere di coerenza, sia perche', facendo diversamente, si farebbe un danno alla persona e alla societa'''. Lo scrive Monsignor Giampaolo Crepaldi, vescovo di Trieste, nel messaggio ai fedeli dal titolo "Riflessioni e indicazioni pastorali sulle prossime elezioni amministrative del 15 e 16 maggio 2011''.

Il messaggio si apre con la sottolineatura dell'importanza di questo appuntamento elettorale e afferma che "le elezioni amministrative non sono mai solo amministrative'' in quanto mettono in gioco i ''grandi valori umani''.

Il vescovo li ricorda: diritto alla vita, integrita' della famiglia fondata sul matrimonio tra uomo e donna, liberta' di educazione dei figli, aiuto solidale ai poveri. Circa la coerenza sui valori, il vescovo ricorda che ''ci sono infatti questioni che possono essere affrontate e risolte in molti modi, ed altre che, invece, sono sicuramente sbagliate e contrarie al bene umano''. Cita cosi' alcuni aspetti oggi controversi quali ''il riconoscimento pubblico di 'nuove forme di famiglia''' o forme ''offensive del diritto alla vita'' , o chi ''combatte la presenza pubblica del cristianesimo''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog