Cerca

Lazio: Persichetti, per le donne ancora troppe difficolta' di accesso in politica (2)

Cronaca

La Direttrice Centrale dell'Istat, Linda Laura Sabbadini, ha aggiunto che "la situazione della rappresentanza femminile e' molto critica, addirittura patologica. Da decenni i dati sono bloccati e in due regioni addirittura non c'e' nessuna donna eletta. Il numero esiguo di donne non consente di rappresentare in modo incisivo le istanze di questa parte di popolazione". La vice presidente, Federica De Pasquale, ha sottolineato che "il problema e' che le donne non votano le donne, ma ancor di piu', che se le donne non si interessano di politica, subiranno sempre piu' le scelte fatte dagli altri".

Al termine, la Presidente Donatina Persichetti, ha annunciato "la volonta' della Consulta di trasmettere copia della ricerca a tutti i Segretari dei Partiti Politici affinche' possano valutare la gravita' del gap democratico in cui versa il Paese e raccogliere l'invito a promuovere un'effettiva rappresentanza femminile in tutti i settori della vita pubblica per individuare misure atte a favorire le pari opportunita' nell'accesso alle cariche elettive, dando precedenza a: norme premiali per le liste che esprimono piu' donne elette e penalita' in caso di non rispetto del principio di parita'; norme nazionali e locali che affermino la composizione degli organi di governo e nelle Aziende Pubbliche in modo paritario; parita' di accesso nelle tribune elettorali televisive e nelle pubblicita'; revisione degli Statuti dei Partiti per favorire un maggiore protagonismo delle donne in politica".

"Un ultimo appello - ha aggiunto Persichetti - nell'imminenza delle elezioni amministrative in tanti Comuni del Lazio: la Consulta femminile vuole sensibilizzare l'opinione pubblica a guardare con interesse le candidature femminili e tutto cio' che loro rappresentano nella societa'".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog