Cerca

Rifiuti: Pdl Campania, inchieste giudiziarie hanno rallentato conferimenti

Cronaca

Napoli, 11 mag. -?(Adnkronos) - ''L'attivita' dell'autorita' giudiziaria ha, di fatto, rallentato notevolmente le operazioni di conferimento negli impianti della Regione Campania. Da marzo ad oggi sono circa 26mila le tonnellate di rifiuti che non e' stato possibile conferire nelle discariche di Chiaiano, Sant'Arcangelo Trimonte e Savignano Irpino, a causa dei fermi derivanti da inchieste delle Procure o da interdittive antimafia disposte dalla Prefettura su indagini avviate dall'autorita' giudiziaria''. Lo sottolinea una nota del coordinamento regionale della Campania del Pdl sulla questione dei rifiuti.

"Le attivita' delle autorita', di per se legittime, hanno complicato ulteriormente ed in contemporanea il ciclo dei rifiuti che nella nostra Regione si basa su un sistema gia' fragile - spiega il coordinamento regionale del Pdl - A Chiaiano, nell'ultimo mese, sono state conferite 13000 tonnellate in meno rispetto al previsto. A Benevento, Sant'Arcangelo Trimonte, sono state conferite 7000 tonnellate in meno a causa del sequestro di uno dei due lotti. Ad Avellino, Savignano Irpino, si e' registrato un calo di 6000 tonnellate e solo nei prossimi giorni si conta di riaprire l'impianto ad oggi ancora fermo''.

''Le difficolta' registrate in questi impianti che servivano anche la citta' di Napoli hanno contribuito alla emergenza che registriamo in questi giorni - prosegue - Nessuna polemica con le autorita' giudiziarie - conclude la nota - ma e' opportuno precisare che questi interventi creano ulteriori problemi ad un ciclo che ha difficolta' a funzionare per la scarsita' degli impianti ereditata dal passato e per la mancanza di un adeguato sistema di raccolta differenziata nella citta' di Napoli".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog