Cerca

Napoli: la moltiplicazione dei pani (senza pesci) dei due candidati/Diario elettorale

Politica

Roma, 11 mag. (Adnkronos) - Non si vive di solo pane. Ma in campagna elettorale puo' tornare utile. E' quello che devono aver pensato due candidati al Consiglio comunale di Napoli, Vincenzo Caniglia di 'Noi Sud' e Luigi Cella de La Destra, che hanno regalato un migliaio di confezioni di pane ai cittadini in alcune zone nevralgiche della citta'. Pane gia' imbustato, con il 'santino' elettorale bene in vista sulla busta, e soprattutto gratis.

Un po' come accadeva negli anni '50 con le campagne elettorali di Achille Lauro, 'Il Comandante', che regalava pacchi di pasta agli elettori, puntando sul fattore riconoscenza in cabina elettorale. Qui non c'e' la pasta, sostituita dal pane. Ma i due candidati giurano di non volere nulla in cambio, ma di sentirsi solo in dovere di dimostrare la loro volonta' di aiutare chi ha bisogno, chi e' in difficolta'. Gli avversari politici, pero', non l'hanno presa bene e parlano di concorrenza sleale e metodi discutibili. E sperano di rendere loro pan per focaccia in cabina elettorale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog