Cerca

Immigrati: Migreurop denuncia, oltre mille annegati in mare da inizio anno

Cronaca

Roma, 11 mag. - (Adnkronos) - Da gennaio 2011 piu' di mille migranti sono morti annegati cercando di raggiungere le coste fortificate delle sponde sud dell'Unione europea. Una nave che trasportava oltre 500 persone e' tutt'ora dispersa al largo delle coste libiche, nell'indifferenza totale. Lo denuncia Migreurop che rileva come "dall'inizio del Duemila, i paesi del Nord Africa hanno svolto il ruolo di guardie di frontiera d'Europa, hanno inseguito e rinchiuso le persone che volevano esercitare il loro diritto a emigrare, compresi i propri cittadini. Il subappalto dei controlli migratori ai regimi dittatoriali e' stato il cuore della politica dell'Ue con questi paesi".

"Di fronte ai sommovimenti epocali del mondo arabo, la reazione dei paesi europei - scrivono nella nota - e' stata quella di mettere sotto pressione le forze che gestiscono la transizione (Governo Provvisorio Tunisino, il Consiglio nazionale di transizione Libico) perche' continuassero le politiche repressive e liberticide dei precedenti regimi. Per impedire che alcune migliaia di persone tentassero di raggiungere l'Europa, l'agenzia Frontex ha schierato le sue forze militari intorno a Lampedusa e a largo delle coste di Tunisia e Libia. L'obiettivo dell'operazione Hermes e' evitare le partenze verso nord, a dispetto della Convenzione di Ginevra del 1951 e del principio di non respingimento dei richiedenti asilo". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog