Cerca

Islam: De Poli (Udc) su minacce ad attivista, messaggio Papa e' attuale

Cronaca

Padova, 11 mag. - (Adnkronos) - ''Rispetto ad argomenti molto delicati come l'integrazione degli stranieri si possono rispettare le posizioni di tutti, ma le minacce di morte sono intollerabili. Una donna e' costretta a vivere con la paura tutti i giorni per colpa di chi, anche in politica, demonizza gli stranieri. E' il segno che bisogna fare qualcosa soprattutto a livello culturale''. Cosi' Antonio De Poli (Udc) commenta la notizia di un'attivista musulmana veneta minacciata di morte per le sue attivita' di difesa dei diritti dei musulmani in Italia e delle donne che portano il velo.

La denuncia arriva da Silvia Layla Olivetti che, la notte scorsa, su Facebook ha ricevuto l'ennesima minaccia di morte. Sul noto social network un anonimo ha commentato un'intervista della Olivetti scrivendo: 'Farai una fine atroce'. ''Non si tratta della prima minaccia di morte, altre ne ho ricevute nei giorni scorsi. Temo fortemente per la mia sicurezza''.

''Il messaggio di Benedetto XVI e' piu' che mai attuale. E' doveroso metterlo in pratica con azioni concrete ed efficaci. Per noi dell'Udc la liberta' di culto delle religioni e' un diritto fondamentale a cui nessuna societa' dovrebbe rinunciare. Cosi' come noi italiani difendiamo il crocifisso, simbolo della cristianita', e' altrettanto giusto tutelari chi, come i musulmani, ha un credo diverso dal nostro - spiega - E' grave che a subire queste minacce sia stata proprio chi, come la Olivetti, si sta battendo per difendere i diritti dei musulmani. Il Veneto, in questi momenti, non deve dimenticare le parole del Pontefice. Noi dell'Udc esprimiamo solidarieta' all'attivista musulmana e ci auguriamo che da tutto il mondo politico arrivi un messaggio chiaro e forte di condanna''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog