Cerca

Siria: attivista, 757 morti e oltre 10 mila arresti da inizio proteste

Esteri

Damasco, 11 mag. - (Adnkronos/Aki) - E' di 757 persone uccise e oltre 10.000 oppositori in carcere il bilancio della repressione delle forze di sicurezza dall'inizio della rivolta in Siria contro il presidente Bashar al-Assad, circa due mesi fa. Lo ha riferito al 'New York Times' Wissam Tarif, il direttore di 'Insan', un'organizzazione per i diritti umani.

Anche oggi non ha accennato a placarsi la repressione delle truppe siriane. Almeno nove persone hanno perso la vita in un attacco condotto stamani dai carri armati dell'esercito a Homs, stando a quanto riferito da fonti locali alla tv 'al-Jazeera'. Almeno 200 persone, inoltre, sono state arrestate nel corso di un'operazione delle forze di sicurezza siriane a Enkhel, nel sud del paese arabo.

"Oggi e' stato uno dei giorni peggiori", ha affermato Tarif, commentando l'assedio a Homs, una delle citta' epicentro della rivolta. "E' un'escalation - ha aggiunto l'attivista - la situazione puo' aggravarsi da un momento all'altro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog