Cerca

Brindisi: sparo' colpi di fucile contro troupe 'Le Iene', arrestato

Cronaca

Brindisi, 11 mag. - (Adnkronos) - Una persona e' stata arrestata mentre un'altra e' stata sottoposta a obbligo di dimora per l'episodio che si verifico' nelle campagne di Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi, il 7 aprile scorso, nel periodo della massiccia presenza di immigrati tunisini provenienti da Lampedusa e trasferiti nella tendopoli della vicina Manduria, quando la troupe della trasmissione televisiva Le Jene, capitanata da Giulio Golia, si avvicino' a un'abitazione simulando di essere un clandestino e fu fatta segno da colpi d'arma da fuoco che per fortuna andarono a vuoto.

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Francavilla Fontana hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Brindisi nei confronti di Pietro Cozzetto, 34 anni, di Latiano ma residente a Francavilla, con piccoli precedenti. Fu lui a esplodere materialmente almeno due colpi di fucile a canne mozze. Non e' chiaro ancora se i colpi furono esplosi in aria o mirando contro i componenti della troupe. Per questo non gli e' stato contestato il reato di tentato omicidio. Le accuse sono di ricettazione di armi (poiche' deteneva il fucile illegalmente, ne' esso e' attribuibile a qualche familiare), spari in luogo pubblico, violenza privata ed esplosioni pericolose.

Obbligo di dimora per un giovane di 20 anni, di Francavilla ma residente a Latiano che si trovava insieme a lui, che risponde degli stessi reati in concorso tranne violenza privata dove l'accusa anche per lui e' piena. Insieme a una terza persona subito dopo si misero nell'auto di Cozzetto e rincorsero per diversi chilometri l'automobile delle Jene. Inoltre avrebbe anche brandito un bastone nei loro confronti. La posizione del terzo giovane e' al vaglio degli inquirenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog