Cerca

Borsa: Wall Street in rosso zavorra le europee, Ftse Mib +0,21% (2)

Finanza

(Adnkronos) - Chiude invariato il titolo Parmalat, a 2,636 euro, dopo la notizia di perquisizioni da parte della Guardia di Finanza e dopo che la Procura di Milano ha indagato quattro persone a vario titolo per aggiotaggio e insider trading nell'ambito dell'inchiesta sul caso Parmalat-Lactalis. Sul Ftse Mib si muovono toniche Lottomatica (+1,85%), Finmeccanica (+1,72%) e Luxottica (+1,59%).

Ben comprati i titoli del comparto delle utility, con Terna (+1,58%), Enel (+1,02%) ed Enel Green Power (+1,19%). Il titolo del gruppo delle energie verdi e' spinto dai conti del trimestre, migliori delle attese, che si e' chiuso con un risultato netto di 135 milioni di euro, segnando una crescita del 12,5%. I ricavi totali sono stati di 611 milioni di euro, in aumento del 26,5%. A2A guadagna lo 0,75% e Snam Rete Gas lo 0,42%. Positivi anche gli altri energetici, con Eni (+0,40%) e Tenaris (+0,36%), mentre Saipem chiude in controtendenza, in flessione dell'1,26%.

In flessione sul paniere principale di Piazza Affari anche Pirelli (-1,32%), Azimut (-1,25%), Stm (-0,55%) e Fiat (-0,20%). Sul fronte opposto si segnalano Tod's (+0,96%), Diasorin (+0,92%) e Fondiaria-Sai (+0,91%). Fiacca Impregilo, in flessione dello 0,09%. Il general contractor ha archiviato i primi tre mesi del 2011 con un utile netto in calo a 16 milioni di euro, contro i 40 milioni del primo trimestre del 2010, che aveva beneficiato degli effetti di natura non ricorrente relativi alla cessione parziale della controllata Elog. I ricavi si attestano a 473,6 milioni, sostanzialmente stabili rispetto ai primi tre mesi del 2010.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog