Cerca

Borsa: Wall Street in rosso zavorra le europee, Ftse Mib +0,21%

Finanza

Milano, 11 mag. (Adnkronos) - Le borse europee archiviano contrastate la seduta, appesantite da un avvio al ribasso di Wall Street. Partite miste, le principali piazze finanziarie del Vecchio Continente si sono rafforzate nel corso della seduta, per poi sgonfiarsi nella seconda parte della giornata. L'attenzione dei mercati e' concentrata sulle misure che verranno prese da Atene sulla crisi del debito greco. Dal lato macroeconomico l'inflazione in Germania e' salita del 2,4% ad aprile su base annua, mentre a livello congiunturale l'incremento e' stato dello 0,2%, il rialzo maggiore dei prezzi al consumo dal settembre 2008. Il balzo di aprile e' stato trainato dai rialzi dei prezzi energetici. Dagli Stati Uniti, invece, e' arrivato il dato sul deficit commerciale, aumentato a marzo a 48,2 miliardi di dollari, rispetto ai 45,4 miliardi del mese precedente. Il dato e' superiore alle stime.

Al termine della seduta Londra segna una flessione dello 0,71%, Francoforte cede lo 0,09% e Amsterdam lo 0,14%. Positive Parigi (+0,14%), Madrid (+0,55%) e Lisbona (+0,65%). Chiusura in rialzo anche a Milano, con il Ftse Mib a 22.031 punti, in progresso dello 0,21%.

A Piazza Affari spicca il rialzo di Mediobanca, spinta dai risultati dei primi nove mesi dell'esercizio 2010-2011. Il titolo della banca d'affari segna un rialzo del 2,58% a 7,76 euro, con buoni volumi. L'istituto di Piazzetta Cuccia ha chiuso i primi nove mesi dell'esercizio 2010-2011 con utile netto di 419 milioni di euro, in crescita del 18,2% sullo stesso periodo dell'esercizio precedente. Nel terzo trimestre l'utile e' quasi raddoppiato, a 156 milioni da 84,3 milioni. Fiacchi gli altri bancari, con Mps in rialzo dello 0,27%, invariate Ubi Banca e Intesa Sanpaolo, mentre in ribasso Banco Popolare (-0,45%), Unicredit (-0,78%) e Bpm (-0,80%). (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog