Cerca

Roma: Cpi, da Pd e collettivi strategia precisa per far sgomberare Val d'Ala

Cronaca

Roma, 11 mag. (Adnkronos) - ''Quereleremo Luca Blasi due volte. Dopo averci additato con sicurezza come gli autori materiali di un'aggressione nei suoi confronti, infatti, Blasi si e' rimangiato le accuse per arrivare a sostenere che siamo pero' comunque colpevoli, in quanto fautori del clima di tensione che ha portato all'aggressione: come a dire che siamo colpevoli semplicemente per il fatto di essere presenti in IV Municipio con un'occupazione a scopo abitativo, che da' casa a 17 famiglie in stato di gravissima emergenza, Val d'Ala 200''. Lo sottolinea Andrea Antonini, vicepresidente di CasaPound Italia, in relazione all'aggressione che sarebbe avvenuta ieri notte a Montesacro.

''Tutto questo peraltro - aggiunge - in stranissime circostanze temporali, e cioe' nello stesso giorno in cui si e' tenuto il comitato ordine e sicurezza pubblica che avrebbe dovuto affrontare la questione degli ultimi episodi di violenza avvenuti nel quartiere''.

''Ma la cosa di gran lunga piu' singolare - sottolinea Antonini - e' che i Collettivi ci abbiano additato come sicuri colpevoli dell'aggressione prima che si tenesse il comitato in Prefettura, salvo poi, a comitato concluso, ripensarci, forse per tentare di evitare le annunciate querele. Cosi' come e' singolare che, nel corso della conferenza stampa organizzata in merito all'aggressione, sia venuto fuori il documento relativo all'acquisizione da parte del Comune del palazzo di via Napoleone III dove ha sede CasaPound, che, ricordiamo, a fronte di decine di occupazioni smaccatamente di sinistra, e' l'unica occupazione a scopo abitativo riconducibile all'area della destra inserita nella delibera 206 del Campidoglio. Delibera voluta e fatta approvare da Veltroni''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog