Cerca

'Ndrangheta: Regione Lombardia si costituira' parte civile

Cronaca

Milano, 11 mag. - (Adnkronos) - "Non abbiamo bisogno di lezioni: tra le varie politiche di contrasto alla criminalita' organizzata Regione Lombardia ha recentemente approvato una vera e propria legge e ora non mancheremo di costituirci parte civile nell'udienza del 14 giugno". Lo afferma l'avvocatura di Regione Lombardia in risposta alle dichiarazioni del legale della Regione Calabria, Luigi Gullo.

"Regione Lombardia - prosegue la nota dell'avvocatura - non e' stata individuata quale parte offesa e non ha quindi ricevuto alcuna notifica e per questo non era nelle condizioni di costituirsi parte civile. Il rinvio dell'udienza e una nuova legge regionale pubblicata la scorsa settimana consentono ora la sua costituzione. L'impegno di Regione Lombardia - si legge ancora nella nota - esiste da sempre ed e' infatti testimoniato dall'approvazione della legge n. 9 del 3 maggio scorso, concernente 'Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto della criminalita'' al cui art. 8 e' previsto che 'La Regione puo' costituirsi parte civile nei processi contro la criminalita' organizzata per atti di particolare rilevanza e allarme sociale verificatisi nel proprio territorio'".

Per l'avvocatura di Regione Lombardia "le polemiche sul grado di mafiosita' tra i diversi territori non aiutano di certo il contrasto alla criminalita' organizzata, che invece abbisogna della collaborazione tra pubbliche amministrazioni e tra le loro avvocature. Mafia e 'ndrangheta non sono nate in Lombardia, noi ne siamo vittima e per questo non mancheremo di costituirci parte civile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog