Cerca

Giornalismo: Lectio Magistralis di Sergio Romano a Torino

Cronaca

Torino, 11 mag. - (Adnkronos) - "Il giornalismo italiano ha fatto molto per creare l'unita' della lingua nel nostro Paese" lo ha affermato Sergio Romano, storico e giornalista, durante la sua Lectio Magistralis "L'unita' nazionale: il caso e la necessita'", organizzata a Torino dall'Ordine Nazionale dei Giornalisti nei 150 anni dell'Unita' d'Italia. "Ma oggi l'Italia e' ancora il Paese che ha piu' giornali con editori 'non puri'" sottolinea il giornalista spiegando che la strada verso un giornalismo indipendente e' ancora lunga e che spesso una parte di responsabilita' e' anche dei anche i lettori.

"Spesso - spiega - questo giornalismo mantiene un rapporto tra giornale e lettore che si puo' definire 'di compiacimento reciproco'. Speriamo bene per i prossimi 50 anni" conclude. E proprio sul futuro del giornalismo Enzo Iacopino, presidente nazionale dell'Ordine, evidenzia che "se non riusciremo a determinare condizioni che garantiscono davvero la liberta' dei giornalisti, soprattutto dei piu' giovani, vedo molto male il futuro dell'informazione in questo Paese". Secondo Iacopino "la politica dovrebbe trovare la capacita' di resistere alle lobby degli editori e riuscire a garantire ai cittadini un'informazione libera".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog