Cerca

Trasporti: assessore Sicilia, tocca a ministero intervenire presso Ue

Economia

Palermo, 11 mag. - (Adnkronos) - "Siamo stati noi a sollecitare il governo nazionale, gia' lo scorso 28 febbraio, ad intervenire presso Bruxelles per avviare le procedure di deroga al limite di nove ore di guida giornaliere imposto dal nuovo codice della strada agli autotrasportatori, facendoci portatori delle istanze dell'intera categoria. Il governo nazionale e' l'unico interlocutore dell'Unione europea. Non si capisce, pertanto, quale relazione sulla situazione dei trasporti nell'Isola sia attesa dal ministero da parte nostra. Infatti, in nessuno degli incontri istituzionali che si sono tenuti, sia in Sicilia che a Roma, e' stata mai avanzata alcuna richiesta in tal senso". Cosi' l'assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilita' della Sicilia, Pier Carmelo Russo, risponde a quanto affermato oggi dal sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino.

"Inoltre - ricorda Russo -, gia' da tre mesi abbiamo richiesto un incontro formale Stato-Regione con il ministro Matteoli per affrontare temi anche piu' generali riguardanti il settore del trasporto merci in Sicilia, richiesta che ad oggi non ha avuto alcun riscontro". In merito all'annunciato fermo sul territorio nazionale dei Tir, Russo fa notare che "in Sicilia, in questa occasione, siamo di fronte all'adesione di una soltanto delle associazioni, l'Aitras". "Si tratta di uno sciopero immotivato - conclude l'assessore - anche perche' e' stato avviato un percorso di collaborazione con l'intera categoria per superare tutte le criticita' che affliggono il settore del trasporto merci".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog