Cerca

Andria: spaccio di droga, sequestrati beni per 10 mln

Cronaca

Andria, 12 mag. (Adnkronos) - Un sequestro preventivo di beni, disposto a carico di 7 persone, con precedenti di polizia, appartenenti al gruppo criminale che fa capo alla famiglia Lapenna, attiva nel Nord-Barese, viene eseguito in queste ore da agenti della Squadra Mobile della Questura del capoluogo pugliese e del Commissariato di Pubblica sicurezza. Il provvedimento e' stato emesso dal gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.

Sotto sequestro tre ville, un appartamento, quattro terreni, 19 auto, 10 motoveicoli, due imprese agricole, un' attivita' commerciale e conti correnti bancari nella disponibilita' del gruppo criminale. Il valore dei beni sequestrati ammonta a circa 10 milioni di euro. Le indagini di tipo patrimoniale, che hanno portato al provvedimento, sono connesse all'operazione 'ciclope', eseguita a novembre scorso dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Bari.

In quella occasione, con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, sono finiti in carcere 29 affiliati al gruppo Lapenna, e in particolare il presunto capo Emanuele Lapenna, anch'egli destinatario della misura di oggi. L'inchiesta ha documentato ingenti proventi derivanti da attivita' illecite. Alle oltre 800 dosi di droga spacciate quotidianamente, in localita' 'La Fogna' ad Andria, corrispondeva un guadagno mensile di 500 mila euro con un giro d'affari annuo pari a 6 milioni di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog