Cerca

Fisco: Treviso, imprenditore edile dovra' pagare 3,5 mln di euro (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Il titolare dell'impresa ha conferito un fabbricato artigianale del valore di 306 mila euro ad una societa' immobiliare posseduta al 99,5% da sua moglie, di cui in seguito e' diventato socio e amministratore.

Una settimana dopo ha poi ceduto alla moglie la propria quota di capitale sociale per un prezzo esattamente pari al valore dell'immobile conferito nella societa' appena sette giorni prima. Questo gli ha consentito di trasferire l'immobile alla societa', preservandolo dalle azioni di recupero del Fisco e monetizzando il valore dell'asset, non piu' aggredibile cosi' da terzi.

Il Tribunale di Treviso ha ritenuto l'imprenditore responsabile del reato di sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte, condannandolo a 9 mesi di reclusione, al risarcimento delle spese, nonche' alle pene accessorie di interdizione dagli uffici direttivi di persone giuridiche e di incapacita' di contrattare con la Pubblica Amministrazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog