Cerca

Libia: Napolitano, Italia non ha dichiarato nessuna guerra (3)

Politica

(Adnkronos) - Nel suo intervento, il presidente della Repubblica ha affrontato anche la questione del passato coloniale italiano, con particolare riferimento alla Libia. "Parliamoci chiaro: hanno un passato coloniale tutti i grandi paesi europei e anche piu' impegnativo di quanto non sia stato il passato coloniale italiano", ha detto Napolitano, ricordando paesi come la Francia, la gran Bretagna, la Spagna ed anche la Germania.

"Io non credo che questo condizionamento del passato coloniale possa impedire all'Italia di assumersi e sue responsabilita'. Bisogna assumersi le responsabilita' -ha continuato Napolitano- in modo corretto, lungimirante e soprattutto assumendole non arbitrariamente. L'Italia non ha dichiarato nessuna guerra. L'articolo 11 della costituzione -ha ricordato il capo dello Stato- ripudia la guerra come strumento di offesa alla liberta' degli altri popoli e di risoluzione delle controversie internazionali; ma nello stesso tempo esalta le funzioni delle organizzazioni internazionali che debbono garantire la pace e la giustizia tra le Nazioni. E la prima tra queste organizzazioni e' l'Organizzazione delle Nazioni Unite".

Napolitano ha ricordato che "quando venne discussa e approvata la Costituzione, e con essa l'articolo 11", l'Onu "aveva elaborato una sua Carta, un suo Statuto che al capitolo settimo prevede anche l'intervento di forze armate a nome della Nazioni Unite per stroncare le violazioni alla pace e le minacce alla sicurezza internazionale". Il capo dello Stato ha quindi concluso: "Ecco, e' fondamentale che non ci siano iniziative di singoli Stati nazionali e tantomeno dell'Italia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog