Cerca

Caso Ruby: Mora, non sono un magnaccia non ho portato Karima ad Arcore

Cronaca

Milano, 12 mag.(Adnkronos) - ''Non sono un magnaccia''. Cosi' Lele Mora, indagato nell'inchiesta sul caso Karima-Ruby si difende dall'accusa di induzione e favoreggiamento della prostituzione. ''Ruby ad Arcore - spiega durante una conferenza stampa a Milano - non l'ho portata io. Non importa se l'ha portata Emilio Fede, la Minetti o un'altra persona, come in realta' e' successo. Non importa perche' ad Arcore non e' successo nulla, ci sono state solo delle cene''.

Nei confronti del premier Silvio Berlusconi, che Fede conosce dal 1986, l'ex manager usa solo parole di stima. ''E' una persona speciale, generosa che mi ha solo aiutato. Piu' volte mi ha invitato a cena ma non per fare il magnaccia''. Mora si toglie piu' di un 'sassolino' contro i suoi ex artisti, come Simona Ventura: ''E' una mia creatura, ma lei ha tentato piu' volte d attaccarmi. Su di lei il tempo mi dara' ragione. Oggi sono trattato come un lebbroso da tanti personaggi che ho creato e arricchito. Mi sento accoltellato da questa gente che ho aiutato per trent'anni. Ho una grandissima tistezza perche' non ricevo nulla da quelle persone a cui ho dato tanto''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog