Cerca

Salute: Milano, 'diploma' e ricette doc a chi conosce la sua pressione (4)

Cronaca

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - L'ipertensione arteriosa e' un killer silenzioso che colpisce secondo i dati della Siia oltre 15 milioni di italiani, causando 240 mila morti all'anno. "Nella fascia d'eta' 18-65 anni - sottolinea Magrini - soffre di pressione alta il 20-22% della popolazione", quasi una persona su 4, "mentre dopo i 65 anni si puo' arrivare anche al 50%". Negli anziani, in particolare, "si innesca un circolo vizioso che rende l'ipertensione uno dei fattori che piu' accelerano il processo di invecchiamento".

Il problema, ricorda l'esperto, e' che quasi un iperteso su 5 (il 18%) non riesce a tenere la pressione sotto controllo. Ma quali sono i valori 'da manuale'? "Convenzionalmente 120 millimetri di mercurio per la pressione massima e 80 per la minima - ricorda Magrini - anche se i valori da raggiungere variano da paziente a paziente. Non bisogna puntare a obiettivi esagerati, ma a target su misura".

Il direttore del Centro ipertensione del Policlinico milanese svela inoltre un segreto: "Se si riuscisse a mantenere a tempo indeterminato, anche andando avanti con l'eta', i valori pressori di quando si hanno 18 anni (110-140 di massima, 70-90 di minima), si camperebbe piu' a lungo, ma soprattutto meglio. La qualita' della vita dipende infatti dalle performance di cui sono capaci gli organi vitali, e le loro prestazioni sono legate a doppio filo con range di pressione ideali. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog