Cerca

Milano: Diliberto, Moratti pensi a compagnie sue e di Berlusconi

Politica

Roma, 12 mag. (Adnkronos) - ''Nel maldestro tentativo di rimediare al grossolano errore della Moratti il centrodestra si complica ulteriormente la vita accusando Pisapia di aver frequentato 'brutte compagnie'. Non ci risulta che Pisapia avesse uno 'stalliere' mafioso come Mangano. Non ci risulta che il principale collaboratore di Pisapia sia stato condannato per concorso esterno in associazione mafiosa come Dell'Utri. Non ci risulta che Pisapia abbia avuto un amministratore condannato per corruzione in atti giudiziari come Previti. Letizia Moratti pensi alle compagnie sue e del suo capo, piuttosto che a quelle di Pisapia. E si metta l'anima in pace: i milanesi, anche quelli moderati, non ne possono piu' dei leghisti, dei De Corato, dei Lassini e nemmeno di lei. Vogliono una citta' diversa dopo vent'anni di fallimenti". Lo afferma Oliviero Diliberto, segretario del Pdci-Federazione della sinistra, che questa sera a Milano, alle 20,30, terra' un'iniziativa elettorale a sostegno della lista ''Sinistra per Pisapia'' all'Auditorium del Parco Trotter.

"L'uso della calunnia e di un marketing politico da avanspettacolo -aggiunge- non fa altro che aumentare il disgusto verso la politica fatta in questo modo da un centrodestra disperato. Invito la Milano democratica, anche quella moderata, ad abbandonare questo centrodestra indecente e a mandare a casa Letizia Moratti. Liberiamo Milano!''

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog