Cerca

Tirrenia: D'Andrea, rincari su tre rotte e nei tre mesi estivi

Economia

Roma 12 mag. -(Adnkronos)- L'aumento riscontrato tra il 2010 ed il 2011, che per la Tirrenia e' contenuto entro il 25%, e' da attribuire, per tre rotte Civitavecchia-Olbia, Genova-Porto Torres e Napoli-Palermo, esclusivamente alla riduzione delle tariffe promozionali, che lo scorso anno erano presenti anche in periodi di alta stagione. A precisarlo e' il commissario straordinario di Tirrenia, Giancarlo D'Andrea, che interviene cosi' nella polemica sul 'caro traghetti' per la Sardegna. In una nota, D'Andrea smentisce, innanzitutto, dichiarazioni a lui attribuite oggi da un quotidiano secondo le quali sarebbe stato il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli ad autorizzare Tirrenia ad aumentare i biglietti.

''Nel corso dell'incontro tenutosi presso la Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, i rappresentanti della regione Sardegna ed il Commissario Straordinario dott. Giancarlo D'Andrea incontro che aveva come argomento il ''caro tariffe'', il dott. D'Andrea ha precisato- si legge nella nota- che l'autorizzazione ad operare su alcuni collegamenti con la Sardegna e la Sicilia, con tariffe in regime di fuori convenzione, e nel periodo giugno-settembre venne data dai tre dicasteri competenti, quali il Ministero dell'Economia e delle Finanze, quello delle Infrastrutture e dei Trasporti e quello della Attivita' Produttive''.

''Tale autorizzazione, che era stata concessa gia' nel 2008, a seguito del contenimento degli stanziamenti per le sovvenzioni a Tirrenia, consente - spiega D'Andrea- di poter operare con tariffe svincolate da quelle ministeriali, solamente nei tre mesi estivi e solo su tre rotte (Civitavecchia-Olbia e Genova-Porto Torres; Napoli-Palermo) in presenza di altri operatori in libera concorrenza''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog