Cerca

Sanita': Regione, in Toscana tante le azioni per battere l'ictus (3)

Cronaca

(Adnkronos) - ''Negli ultimi venti anni si sono accumulate prove scientifiche inequivocabili del fatto che interventi diagnostici, terapeutici e organizzativi possono contribuire a ridurre in modo notevole la frequenza della malattia e la gravita' degli esiti, e quindi il carico sociale", ha spiegato Inzitari.

Sabato prossimo, 14 maggio, in occasione della dodicesima Giornata nazionale per la lotta all'ictus, i volontari di ALICe saranno in alcune piazze fiorentine, per sensibilizzare i cittadini, diffondere la consapevolezza della malattia e la conoscenza dei percorsi di cura a disposizione: davanti al nuovo ingresso dell'ospedale di Careggi, davanti all'Ipercoop di Sesto Fiorentino, all'ingresso del nuovo ospedale del Mugello a Borgo San Lorenzo, e all'ospedale Santa Maria Annunziata a Pon te a Niccheri.

"Speriamo che in tanti vengano a trovarci - dice Alessandro Viviani, presidente di ALICe Firenze - E' bene che si diffonda la cultura della prevenzione. Per vincere questa battaglia e' fondamentale compiere tre azioni precise: assicurare a tutte le persone a rischio la migliore prevenzione; fare si' che qualsiasi persona colpita da un ictus riceva negli ospedali il trattamento piu' moderno ed efficace, indipendentemente dal luogo dove e' stato colpito e dalle sue condizioni economiche; garantire alle persone che superano la fase acuta con esiti invalidanti il miglior trattamento riabilitativo e un adeguato supporto psicologico e sociale a loro e ai loro familiari".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog