Cerca

Sanita': Regione, in Toscana tante le azioni per battere l'ictus (2)

Cronaca

(Adnkronos) - L'ictus cerebrale e' una delle malattie piu' frequenti e gravi del nostro tempo, la terza causa di morte in assoluto dopo tumori e infarto. In Italia, il numero di morti attribuibili alle malattie cerebrovascolari e' di circa 69.000 l'anno. In Toscana, ogni anno circa 10.000 persone sono colpite da ictus: il 10-15% di queste muore entro 30 giorni, e circa la meta' dei sopravvissuti deve imparare a convivere con una disabilita' che compromette, spesso drasticamente, la vita sociale e lavorativa.

Per assistere le vittime dell'ictus, solo nei primi 3 mesi dall'evento acuto, si spendono in Toscana 50 milioni di euro l'anno. E' tuttora molto scarsa la consapevolezza che per ridurre l'impatto di questa malattia si puo' fare moltissimo, sia in termini di prevenzione, che di cura nella fase acuta, che di riabilitazione.

"L'ictus cerebrale - spiega Domenico Inzitari, direttore dell'Unita' Ictus di Careggi e presidente del Comitato tecnico di ALICe Italia (l'Associazione per la lotta all'ictus cerebrale) - rimane una delle piu' frequenti e gravi malattie dell'era moderna. Per adeguare l'assistenza ci vuole uno sforzo non tanto economico, ma organizzativo, a cui devono contribuire i politici, i manager della sanita', i professionisti, e non ultimi i pazienti e le famiglie, attraverso ALICe''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog