Cerca

Pace: le donne africane della Campagna Noppaw arrivano a Urbino (2)

Cultura

(Adnkronos) - Le sessioni di lavoro hanno focalizzato l'attenzione sulla formazione come chiave per lo sviluppo e sulla centralita' dell'educazione per stabilire nuove relazioni tra Africa ed Europa. ''La donna africana e' educatrice, madre che guida i figli sulla strada di una buona vita tramite un'educazione genuina basata sull'esempio, l'imitazione'', ha commentato Paola Berbeglia, formatrice e presidente dell'associazione Crea.

He'le'ne Yinda, teologa del Camerun, ha ricordato invece come ancora oggi le relazioni tra Africa ed Europa siano sbilanciate e ambigue. ''L'Africa resta una riserva di materie prime per il mondo occidentale -ha affermato la donna- e questa situazione deve e puo' cambiare attraverso l'impegno reciproco nella costruzione di relazioni e di conoscenza''.

Fatima Mohamed Lmeldeen, esperta di genere che vive nel west Darfur, ha raccontato infine la sua esperienza di vita, sottolineando le disparita' di genere incontrate nel suo percorso formativo e la lotta intrapresa al termine degli studi universitari per eliminarle. ''Per le donne africane -ha spiegato- e' una sfida essere istruite, ho dovuto avere molta pazienza, lottare molto. Sono oggi piu' che mai convinta che la dignita' delle donne passa anche e soprattutto attraverso la loro formazione''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog