Cerca

Firenze: domenica celebra VII Giornata mondiale contro l'ipertensione (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Di ipertensione arteriosa soffrono circa 15 milioni di italiani, uno su due oltre i 60 anni. E chi ne soffre e' maggiormente esposto a rischi piu' gravi (infarto, ictus, insufficienza renale e scompenso cardiocircolatorio) che causano 240mila morti in Italia ogni anno. Il rischio di un evento grave aumenta alla presenza di altri fattori, come il diabete o l'ipercolesterolemia. Per questa ragione, nelle postazioni allestite domenica, oltre alla pressione arteriosa saranno eseguiti esami biochimici: solo attraverso il controllo congiunto dei valori di pressione, colesterolo, trigliceridi e glicemia e' infatti possibile avere un quadro globale che consenta di calcolare il rischio di patologie piu' gravi.

"Il dato piu' allarmante - sostiene il Prof. Pietro Amedeo Modesti, della Facolta' di Medicina e Chirurgia - e' che quasi il 40% degli ipertesi e dei diabetici non sa di esserlo e talvolta lo scopre solo al momento di una grave complicanza."

Tra le condizioni asintomatiche e quindi non riconosciute puo' figurare anche una aritmia come la fibrillazione atriale, che in passato era ritenuta non pericolosa. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog