Cerca

Firenze: ecco cosa hanno chiesto gli studenti universitari a Napolitano (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Paolo Ganino (laureato in Scienze politiche-curriculum in Studi internazionali e attualmente studente magistrale in Relazioni internazionali) ha posto la domanda: "L'Unita' e' stata realizzata anche grazie all'apporto di numerosi giovani, appassionati protagonisti dei moti risorgimentali che hanno creato e fortificato l'idea di Italia. A 150 anni di distanza cosa si sente di suggerire ai giovani di oggi che sembrano cosi' distanti dagli ideali fondamentali della Repubblica?".

La domanda e' stata affiancata dal quesito di Andrea Lattanzi (laureato in Media e giornalismo): "Lei ha inteso rimarcare a piu' riprese i valori fondanti di questo Paese. Tale sottolineatura e' stata un segnale per ricordarci che anche noi giovani dovremmo rivivere in noi quei nobili ideali, per sapere la verita' e per vivere una vita piu' dignitosa. Ma non rischia di essere semplicemente un sogno destinato a non realizzarsi mai?"

Giovanni Cambi (laureato nella magistrale di Relazioni internazionali e studi europei), ha posto al presidente Napolitano la seguente domanda:"Durante il suo primo governo, Ricasoli si dimostro' strenuo sostenitore del potere centrale dello Stato per frenare le tendenze centrifughe all'indomani dell'unita'. Nel momento attuale, nel quale le devoluzioni verso l'alto e verso il basso non sembrano offrire risposte efficaci e ampiamente condivisibili, il governo centrale non dovrebbe farsi garante rispetto alle nuove spinte centrifughe a cui lo Stato e' sottoposto? E in che modo il senso della cittadinanza legata alla comunita' nazionale puo' reggere questa duplice onda d'urto?" (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog