Cerca

Roma: Provincia, subito 'customer care' per utenti mezzi pubblici

Cronaca

Roma, 12 mag. - (Adnkronos) - "L'episodio del conducente del Cotral al telefono con 2 cellulari, sicuramente non fornisce un messaggio di attenzione rispetto al tema della sicurezza stradale nella nostra citta', soprattutto a margine dell'avvio del nuovo decennio di azioni voluto dalle Nazioni Unite che si aperto ieri in tutto il mondo. I dati denunciano che negli ultimi 5 anni a Roma ci sono stati 23 morti oltre 3000 incidenti che hanno visto coinvolti i mezzi pubblici". E' quanto dichiara in una nota Marcello Aranci, presidente della Consulta per la Sicurezza Stradale della Provincia di Roma.

"Ci consola un trend in diminuzione ma non dobbiamo abbassare la guardia - prosegue - Per questo in attesa di una legge nazionale che vieti in maniera definitiva l'uso del telefonino per i conducenti dei mezzi pubblici, eccetto per casi di emergenza, mi auguro che le aziende di trasporto di Roma prendano dei provvedimenti, partendo da quella che puo' rappresentare una macchia, introducano un nuovo sistema di 'Customer Care', sul modello statunitense: un canale di comunicazione diretto con gli utenti per segnalare abusi di questo tipo, e introducendo un sistema premiante o penalizzante rispetto al comportamento degli autisti".

"Ricordo che alla guida di qualsiasi mezzo un secondo di distrazione puo' avere conseguenze drammatiche, alla velocita' di 50 km all'ora in un secondo si percorrono quasi 14 metri, uno spazio piu' che sufficiente per segnare l'ennesima tragedia sulle nostre gia' martoriate strade", conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog