Cerca

Firenze: Renzi a Napolitano, felici e trepidanti per la sua visita in citta' (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''Ci vorrebbe un dj diverso nella politica italiana capace di alzare il tono della qualita' della discussione e di abbassare, come ella ha fatto e richiesto ancora ieri, il tono dello scontro. E glielo dico pensando anche a quei momenti in cui lei si muove e si commuove davanti alle tante famiglie di italiani che hanno perso un proprio congiunto, che hanno perso un congiunto nell'esercizio delle proprie funzioni e dei propri doveri, quelle persone che sono dei martiri per il nostro Paese a cui va la gratitudine dell'Italia intera'', ha continuato Renzi.

''Caro presidente, la accoglie una citta' che come tutte vive una crisi economica e finanziaria, ci sono aziende artigiane che non ce la fanno piu', ci sono persone in cassa integrazione, ci sono giovani che vivono nella precarieta' che e' un ostacolo a un disegno compiuto di vita, ma anche c'e' il dolore dei cinquantenni che perdono il posto di lavoro che fanno una fatica quadrupla''.

''Pero' la accoglie una citta' che non e' grigia ma e' a colori - perche' e' giusto dirlo quando le cose vanno bene - una citta' che ha aziende che stanno tornando a correre, che hanno vissuto un 2010 molto positivo, un turismo che cresce a doppia cifra, un dinamismo delle istituzioni culturali che e' molto forte e ricco e che porta, per esempio, questo Palazzo ad accogliere anche la notte i turisti e i cittadini, arrivando gia' a fare il ritorno economico necessario per non essere in deficit''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog