Cerca

Derivati: in Sicilia oltre 50 Comuni hanno contratti per 750 mln

Economia

Palermo, 12 mag. - (Adnkronos) - L'assessorato regionale dell'Economia della Sicilia chiedera', ai fini del rispetto dei limiti del Patto di stabilita' e relativamente a questa tipologia di operazioni finanziarie, una relazione ai presidenti dei collegi dei revisori dei conti dei Comuni di Messina, Taormina e Giardini Naxos, interessati oggi dall'operazione della Guardia di Finanza in tema di derivati.

L'assessorato ha avvistato da tempo il problema dei derivati e degli strumenti finanziari complessi negli enti locali siciliani, istituendo, gia' nel gennaio del 2011, la Cabina di monitoraggio dei derivati sotto il coordinamento dell'assessore e composta da esperti della materia e da rappresentanti di Anci e Ardel, oltre che da dirigenti e funzionari dell'assessorato.

La Cabina ha il compito di monitorare gli effetti prodotti sui bilanci dei Comuni siciliani dai cosiddetti derivati, ossia quei particolari strumenti finanziari che sono stati utilizzati come soluzione per ristrutturare il debito, prolungarne la scadenza e abbassarne i tassi. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog